E il 4 luglio alle 17:50 all’Ascanio si parlerà anche di questo…

Porto Ercole, luglio 1610. Michelangelo Merisi sbarca da una feluca. E’ divorato dalla febbre. Non lo sa ancora, ma morirà qui all’Argentario. Accanto all’ultima delle persone che avrebbe immaginato di frequentare: una donna particolare, sensibile, fragile e forte nello stesso tempo, un’artista come lui, confinata in un convento dalle convenzioni dell’epoca, una ‘ladra’ di esperienze. Che non potrà fare a meno di tenere per sé l’ultimo capolavoro del maestro, neppure di fronte alle pressioni del tribunale dell’Inquisizione. Ecco gli ultimi giorni di Caravaggio raccontati da una suora accusata di eresia.

Ne discetteranno con Susanna Cantore (l’autrice) – presso il Parco della Rimembranza (Villa Comunale) – Fernando Quatraro (editore) e Francesco Fanti (scrittore e critico militante), il tutto mentre alcuni figuranti in abiti rinascimentali reciteranno brani tratti dal testo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: